MANCATI PAGAMENTI PER IL 60% DELLE FATTURE


La crisi scaturita dal Covid – 19 evidentemente, senza neanche tante sorprese, sta facendo saltare gli schemi dei pagamenti e degli incassi. Molte aziende, a causa della sospensione obbligatoria, nel mese di Marzo e Aprile non hanno generato nuova ricchezza, in una parola non hanno fatturato, pertanto si trovano con scarsa liquidità per il proprio cash flow.

Cosa fare?

Chiaramente la straordinarietà della situazione ci pone difronte al bisogno di ricercare delle soluzioni mirate e tempestive. Possiamo dire che per i servizi o prodotti “one spot”, che quindi non si poggiano su dei rapporti commerciali consolidati, il problema dei pagamenti si farà serio.

Per quanto concerne le prestazioni o le vendite di prodotti che invece nascono da rapporti commerciali duraturi, o necessari, l’azienda creditrice potrà vantare una posizione di favore.

Ma come?

Sia se il nostro cliente debitore è un privato, o un’azienda, va calendarizzato un sistema di notifiche ( sms, email, whatsapp, pec) che tenga caldo il debitore, non solo, che richieda un feedback immediato e digitale, quanto più puntuale possibile, sulle sue intenzioni di pagamento.

Si parla a breve di manovre finanziarie che favoriranno la liquidità delle imprese ( Modello Francese) e per quando ciò accadrà, inevitabilmente le aziende avranno già gli scadenzari fitti pertanto, laddove non fossimo riusciti ad incassare prima, è in quella sede che dovremo far valere il nostro servizio di Reminder.

Il progetto Incasso Facile lavora in questa direzione, sta sul cliente del nostro utilizzatore con un pannello di strumenti in grado di fornire un servizio “di garanzia”. Ecco come anche in questa situazione di grande difficoltà, resta ferma l’importanza di una strategia, di una programmazione e di una pianificazione della POLICY aziendale sugli incassi.